Musulupa: cibo, rituale e arte

Come si diceva nel post precedente per le Cuddure pasquali (qui), anche la musulupa è un cibo rituale dalla forte valenza simbolica, anch’essa messaggio d’amore beneaugurante oltre che parte di un’incredibile opera di espressione artistica. Nel periodo pasquale è usanza antica nell’area grecanica preparare questo formaggio che sembra un amuleto: ciò che rimane della preparazione…

La Cuddura, un pegno d’amore.

Vito Teti, nel suo libro Fine Pasto, citando Durkheim e Barthes, parla dell’atto del mangiare come un “fatto sociale totale” –  come collegamento tra natura e cultura. Il mangiare è anche una lingua, quindi gusto e comunicazione, e ogni alimento racchiude e trasmette una situazione, rappresenta un’informazione. Durante le ricorrenze religiose in Calabria, il cibo è…

Olive ammaccate

Lamezia Terme è formata da tre comuni principali, Nicastro, Sambiase e Sant’Eufemia, ovvero i negozi, gli ulivi e la stazione.  È il centro più grande di una Piana che ha la forma di un triangolo: a ovest si affaccia sul Golfo, da Gizzeria a Pizzo 40 chilometri di spiaggia lungo cui si alternano pinete, l’aeroporto,…

Minestra di Curini, ovvero le cime di zucchina

Talli, tenerumi, curini, cime di zucchina… chiamatele come volete, le foglie più tenere della pianta di zucchina sono una vera prelibatezza. Le cime di zucchina sono introvabili al supermercato, ma il bello della tradizione della cucina povera è proprio questo, scoprire ingredienti inaspettati, semplici e all’apparenza da scartare, in realtà preziosi e gustosi. Sabato scorso…

Polpette di melanzane, estate calabrese

D’estate a casa dei miei nonni si cenava sotto la grande veranda. A fine pasto, dopo aver chiacchierato tutti insieme, l’ultima parola ce l’aveva sempre mia Nonna Pina. Qualunque fosse l’argomento dibattuto in quel momento, la chiosa era sempre la stessa: <<beh, domani chi mangiamu?>> La preparazione del cibo in Calabria ha sempre scandito il…