Sciroppo di fiori di sambuco

Maggio è il mese della fioritura del sambuco, una pianta protagonista di tante leggende mediterranee ma anche sacra alle popolazioni del Nord Europa. In Calabria il cibo più antico che si prepara con i suoi bellissimi fiori è il pane di maggio (u pani e maju), ma anche le frittelle sono abbastanza diffuse. Non ho…

La Cuddura, un pegno d’amore.

Vito Teti, nel suo libro Fine Pasto, citando Durkheim e Barthes, parla dell’atto del mangiare come un “fatto sociale totale” –  come collegamento tra natura e cultura. Il mangiare è anche una lingua, quindi gusto e comunicazione, e ogni alimento racchiude e trasmette una situazione, rappresenta un’informazione. Durante le ricorrenze religiose in Calabria, il cibo è…

Sua maestà la Crispella.

Durante il periodo natalizio, in ogni casa calabrese che si rispetti non possono mancare le Crispelle, dette anche Zéppole. Nonne e nipoti si ritrovano in cucina per il rito della preparazione, orde di cugini accorrono, la tavola si imbandisce di buon vino e formaggi e salumi a fare da corollario alle regine della tavola di natale. Le…

Il Cedro Calabrese

Agrume originario della Persia, trova un habitat favorevole nel reggino e nell’alto Tirreno cosentino (la Riviera dei Cedri). Il Cedro calabrese è rinomato in tutto il mondo e apprezzato per le sue proprietà. Frutto sacro per la tradizione ebraica, viene scelto ancora oggi dai rabbini di varie parti del mondo per la sua purezza e integrità….

Turduni: collane di castagne

  Immancabile ghiottoneria natalizia della nostra infanzia, i Turduni sono una prelibatezza ormai quasi introvabile. Dolci e morbide, le castagne essiccate lentamente e non completamente vengono poi sapientemente affumicate e infilate una a una a formare una collana. Oggi resistono nei mercati locali e in qualche bottega di quartiere.